Pavimenti e rivestimenti in resina: Pro e Contro

Usata in origine come rivestimento per pavimenti industriali, oggi la resina è diventata un must per personalizzare gli ambienti della casa. Il suo impiego non si limita più ai soli pavimenti, ma si estende anche alle pareti e agli arredi, come i piani di lavoro della cucina, i tavoli, ecc.

La resina non è un prodotto standard e predefinito, perché può avere composizioni chimiche diverse: a base epossidica (molto utilizzata per ambienti interni) o poliuretanica (con buona resa anche in ambiente esterno). La diversa composizione chimica dei prodotti in commercio consente soluzioni estetiche molteplici e combinazioni di colori infinite.

Con la resina si può dare libero sfogo alla fantasia e rendere una casa davvero originale.

Gli altri vantaggi del rivestimento in resina!

Ha uno spessore ridotto, pertanto è applicabile su pavimenti esistenti senza apportare modifiche a porte e serramenti, o addirittura sui ripiani di tavoli e cucine quando si intende rinnovarli. Ha una superficie continua, senza fughe, che garantisce ottimi livelli di igiene fondamentali in ospedali, studi dentistici, soprattutto quando impiegata nell’ambiente bagno. L’impermeabilità, la durabilità e la resistenza dipendono dal prodotto scelto e dal luogo di posa. Importante allora farsi consigliare il prodotto più idoneo per ogni caso specifico, ma attenzione nel tempo si rovinerà se non protetta.

I problemi nel tempo e le soluzioni da applicare

resina rovinata1La maggior parte dei problemi, come la crepatura e la fessurazione, insorge generalmente per difetti di posa.

Bisogna quindi rivolgersi solo a posatori autorizzati dalla ditta produttrice di resine.

La resina lucida è un materiale estremamente delicato. In realtà non presenta molte differenze con il legno o parquet laminati. E’ importante utilizzare resine con requisiti adatti per l’uso che se ne deve fare ed il contesto in cui si inseriscono (ambiente interno o esterno).

È inoltre utile sapere che le resine epossidiche tendono ad ingiallirsi col tempo a causa di una bassa resistenza ai raggi UV. Per ovviare al problema si applica una speciale finitura di protezione, consigliata soprattutto per superfici bianche, dove l’ingiallimento si nota maggiormente.

…. è meglio un pavimento in resina o in legno?

resina rovinata 2Non esiste una risposta univoca, poiché molte sono le variabili che possono far propendere per l’uno o l’altro materiale, prezzi ma non solo. Ci sono da un lato questioni legate al contesto storico ed estetico in cui si lavora e dall’altro questioni di natura tecnica, vincolate al supporto, agli spessori consentiti, alla necessità o meno di un prodotto impermeabile, ecc.

Dobbiamo poi considerare che legno e resina sono entrambi materiali soggetti a forte usura. Sui materiali naturali come il legno, a qualcuno potrebbe anche piacere l’aspetto vissuto. Sulla resina, invece, l’usura crea un effetto di degrado e sporco. È certamente vero che in tempi brevi e senza troppi disagi la superficie della resina può essere trattata e tornare come prima, ma ciò comporta ovviamente dei costi. Per evitare che le superfici si deteriorano abbiamo realizzato il Salva resina Originale.

I Salva Resina, Parquet e Salva Tavolo Originale ® si sono rivelati prodotti molto efficaci nel prevenire e proteggere parquet e tavoli in cristallo di design, ma anche pavimenti in resina o qualsiasi altra superficie. Vengono stesi semplicemente come dei tappeti, tappetini su pavimenti e arredi e ne proteggono a lungo le superfici.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *