Finto parquet

PAVIMENTO ROVINATO DA SOSTITUIRE? VALUTATE LA POSSIBILITÀ DEL FINTO PARQUET O LAMINATO  IN PARQUET 

Spesso accade di non provvedere per tempo a proteggere i nostri pavimenti. Il risultato è inevitabile: l’usura. La conseguenza è la necessità di provvedere alla sostituzione dei pavimenti stessi, che siano essi in parquet massiccio, in finto parquet , in resina o in marmo.

Le soluzioni possono essere di diverso tipo sia in termini di costo sia di risultato estetico, in quanto esiste sul mercato un ampia scelta di pavimenti in finto parquet ( prodotti in vinile , in ceramica oltre che in laminato).

La soluzione più corretta per sostituire i pavimenti di ogni tipo è quella di smontare completamente il pavimento, smantellando listelli, quadrotte e piastrelle, con la speranza che il sottofondo non si distacchi unitamente al pavimento.

 Il sottofondo o battuto parquet-sottile
parquet incollati , può distaccarsi dal sottofondo cementizio a causa di diversi fattori. Il primo è dato dal tempo che passa, in quanto il battuto tende a sfarinarsi e a perdere la consistenza; il secondo motivo è dato dagli agenti chimici contenuti nelle colle utilizzate per la posa dei pavimenti stessi che aggrediscono le molecole del cemento favorendone lo sgretolamento.

La regola d’arte vorrebbe che venisse eliminato completamente anche il sottofondo sul quale si andrà a posare il nuovo pavimento in legno, gres o in resina. E’ evidente che i costi e i disagi dell’operazione di rimozione dei pavimenti è talmente alto da far prendere in seria considerazione altre possibili alternative per evitare si imbarcarsi in lavori di ristrutturazione particolarmente onerosi.

L’impiego del finto parquet o parquet laminato può evitare lavori troppo lunghi e troppo costosi. Prendiamo in considerazione quelli a basso spessore. Ne esistono in commercio diversi tipi; da quelli adesivi in vinile , in fibra di vetro posati a secco, a quelli in gres da 3 mm posati a colla, tutti molto utili a evitare lo smantellamento del pavimento esistente oltre a limitare gli interventi necessari all’ adeguamento di porte e infissi.

Attenzione però a fare una attenta valutazione sullo stato del vecchio pavimento, poiché se il pavimento sottostante non è tappeto insonorizzanteben ancorato al sottofondo e tende a muovere, anche il pavimento soprastante si muoverà a sua volta provocando possibili rotture e sollevamenti dei pavimenti.

Alla base di tutto resta comunque la prevenzione (è sempre meglio proteggere i pavimenti che doverli riparare o sostituire) Scegliete le protezioni professionali Salva Parquet & Salva Tavolo Originali ® , sono l’unica soluzione valida   salvaguardare i vostri pavimenti e arredi di pregio.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

Parquet Laminato

tappeto insonorizzanteVOGLIA DI CAMBIARE IL PAVIMENTO?
IL PARQUET  LAMINATO POTREBBE FARE AL CASO VOSTRO

Avete voglia di rinnovare i vostri pavimenti, ma il solo pensiero di dover smantellare le vecchie piastrelle per dar un nuovo volto alla casa vi fa cambiare subito idea?
Forse non avete mai pensato a una soluzione alternativa, ma dai risultati sorprendenti, che vi permetterà di rinnovare completamente gli ambienti senza costi eccessivi e facile da montare:
il parquet laminato.

Se vogliamo dare una descrizione di questo tipo di rivestimento possiamo dire che si tratta di un pannello formato da più strati sovrapposti: uno strato cristallino e impermeabilizzato, uno decorato, uno che non permette all’ umidità di penetrare (in HDM o MDF) e un ultimo che rende stabile il pannello rendendolo resistente alle curvature.

A seconda della tipologia d’uso del pavimento possiamo differenziare diversi tipi di parquet laminato:
AC2: prodotto decisamente economico e dalla scarsa durata
AC3: prodotto adatto per case, uffici e negozi (media resistenza)
AC4: buona durata e resistenza, adatto ad un locale con alta frequenza di passaggio
AC5: prodotto ottimo, duraturo e molto resistente.

Il montaggio dei pavimenti in laminato ha il grandissimo vantaggio di essere molto veloce, con un po’ di manualità e pazienza si può effettuare senza l’aiuto di un professionista in quanto gli elementi si applicano sulla pavimentazione preesistente con la tecnica della posa flottante.

Prima di iniziare è necessario pulire a fondo con detergenti acidi la superficie e stendere uno strato di materiale isolante per compensare i dislivelli, solitamente un tappeto che insonorizza e regolarizza il fondo.

Fatto ciò si inizia con la posa vera e propria incastrando i singoli listelli uno con l’altro, ricordandoci di lasciare sempre 5 mm di spazio vicino ai muri per l’assestamento delle assi. Come ultima operazione andremo ad applicare i battiscopa che concluderanno il lavoro.

Nonostante la manutenzione del laminato non sia di particolare difficoltà, e la resistenza di questo tipo di rivestimenti sia buona, conviene tener conto che i segni di rotelle delle sedie, tacchi, righe, graffi e urti possono rovinare la superficie. Il nostro suggerimento (ovviamente di parte) è quello di proteggere sin da subito il pavimento utilizzando una copertura professionale trasparente e robusta: meglio con il Salva Parquet Originale ®. La sua resistenza e la possibilità di personalizzazione, sia nelle misure che nelle forme, ci permetterà di mettere al sicuro i pavimenti che siano in vero legno, laminato oppure in marmo o resina e di godere a lungo della loro inalterata bellezza.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione