Posa Inchiodata o Posa Incollata?

Prima di entrare nel dettaglio è importante sapere che per effettuare una buona posa del parquet è preferibile affidarsi a personale specializzato che vi aiuterà nella scelta proponendovi le varie alternative.

La Posa Inchiodata

posa inchiodata, posa parquet, salvaparquet, parquetSi tratta di un sistema di posa molto antico che però non è consigliato per doghe di spessore inferiore ai 18 mm e prevede la predisposizione di struttura di fondo che permetterà ai chiodi di bloccare i listelli di legno.

Nello specifico la struttura di posa può essere uno strato di legno posato sul massetto oppure una serie di listelli disposti in modo trasversale (c.d. MAGATELLI) i quali vengono fissati o posizionati nel battuto di cemento.

La posa inchiodata è al quanto elaborata, maggiormente in questo tipo di posa è necessario osservare l’accorgimento di distanziare, dalla parete, il pavimento di circa 10 mm in modo da consentire al legno di dilatarsi senza creare nel tempo fessure tra i listelli.

Segni particolari della Posa Inchiodata:

Effetto ‘Cassa armonica’: è determinata dal calpestio e è caratterizzata da scricchiolii che ricordano i tempi passati e pavimentazioni ricche di storia; si tratta di un particolare che affascina ma che per molte persone potrebbe risultare fastidioso.

Il legno è soggetto ad assestamenti: essi sono dovuti alle condizioni ambientali e quindi prima di effettuare la posa il materiale deve essere lasciato nell’ambiente dove verrà posato in modo da stabilizzarsi e assumere la medesima umidità.

I costi: più elevati rispetto a quelli previsti per la posa incollata o flottante; ciò è dovuto alla preparazione della struttura di fondo ed alla lavorazione ben più lunga.

La Posa Incollata

posa incollata, posa parquet, salvaparquet, parquet

La Posa Incollata fu introdotta come alternativa alla Posa Inchiodata andandola a sostituire gradualmente proprie grazie ai tantissimi vantaggi che riesce ad offrire.

Solitamente per tale posa viene utilizzato un collante particolare (un poliuretanico monocomponente o bicomponente) che viene steso con una particolare spatola che presenta delle dentellature, procedendo a settori non più grandi di due metri quadrati.

E’ importante che il fondo sia assolutamente asciutto e che lo spessore del collante mantenga la sua uniformità!

Segni particolari della Posa Incollata:

– Il parquet può essere incollato anche su pavimenti già esistenti;

– In molti casi non serve un’intelaiatura di supporto;

– Si possono utilizzare dei listoni da spessori ridotti;

– Non ci sono spazi al di sotto, quindi nessuno scricchiolio da calpestio;

– I tempi effettivi per una Posa Incollata sono ridotti;

– I costi sono inferiori rispetto alla Posa Inchiodata!

Scegliere la giusta tipologia di posa e valutare il salvapavimento ideale

Il salvapavimento è lo strumento ideale per mantenere invariata l’estetica del vostro parquet proteggendolo da abrasioni, macchie e graffi di qualunque natura; inoltre grazie alla sua trasparenza, data dalla struttura cristallina, lascia intatta la bellezza del vostro parquet che sia posato in cucina, studio o camera da letto.

Oltre al salvapavimento è fondamentale scegliere il tipo di posa adatta a seconda dei listelli:

– A correre con andamento irregolare;

– A correre con andamento regolare;

– A mosaico o a nido d’ape;

– A spina di pesce;

– A fascia e bindello.

Anni di esperienza nel restauro e trattamenti di superfici pavimentate in legno, marmo , credendo fortemente in ciò che produciamo, oltre al notevole riscontro di molti clienti, tutto ciò ci da l’opportunità di produrre il miglior salvapavimenti ad oggi in commercio

Ricordate  ”Costa meno cambiare il salva parquet che il parquet !”

 

[insert_ajaxcontact id=1739]