tavolini design

 

kat-tonelli

TAVOLO KAT DI TONELLI

Abbiamo deciso di rivolgere oggi la nostra attenzione al tavolo KAT di Tonelli. Progettato dal designer Karim Rashid, prodotto dal 2008 da Tonelli, azienda famosa in tutto il mondo per la realizzazione di arredamento e oggetti in vetro, il tavolo KAT è caratterizzato da tre piani che sembrano attraversarsi otticamente l’un l’altro, conferendo volume a questo tavolo basso composto da tre differenti finiture di vetro: fume, acidato e trasparente di spessore di 12 mm. Le misure di questo tavolino sono: 88 x 63 x h 36 cm con una portata di 30 kg.

Da più di vent’anni Tonelli ha iniziato a utilizzare un particolare collante per la saldatura delle lastre di cristallo, con questa tecnica il punto di giuntura del cristallo risulta ancor più solido e resistente rispetto agli altri punti. Altro punto di forza di questa Azienda è la decisione di impiegare vetro antisfondamento anche per i piani dei tavoli, aumentando la sicurezza e rendendo questo materiale utilizzabile in ogni ambiente della casa. Tonelli produce sia arredamento che oggetti di design in vetro, cercando di esaltare con estro e fantasia le caratteristiche di questo materiale e rendendolo perfetto sia per una casa classica sia per una più moderna.

Per mantenere intatta la bellezza di un tavolo in vetro come quello descritto può essere molto utile e prezioso l’utilizzo di un salva tavolo.

La sua scelta dovrà però ricadere su un prodotto che, una volta applicato, non lo copra (pellicole cerate o mollettoni) , ma che lo protegga. Noi abbiamo messo a punto la soluzione: il Salvatavolo originale. Si tratta di un tappetino trasparente   realizzato su misura a mano in materiale trasparente antiacaro che posizionato sopra il tavolo non ne altera le caratteristiche principali, ma vi permetterà di preservarlo a lungo. Il nostro staff sarà lieto di illustrarvi tutte le possibilità di personalizzazione, al fine di creare un prodotto che si adatterà perfettamente alle vostre esigenze e richieste. Non esitate a contattarci, troveremo la soluzione su misura anche per voi!.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

 

Tavolo illusionista… Faint di Glas Italia

TAVOLO FAINT DI GLAS ITALIA L’ILLUSIONISTA

Non si può non rimanere colpiti e affascinati dal prodotto di cui oggi vi vogliamo parlare: il Tavolo FAINT di Glas Italia. Fondata nel 1970 a Macherio in Lombardia. Glas Italia impiega le più sofisticate e avanzate tecnologie nella lavorazione del cristallo. Ad oggi è un marchio leader nella produzione di arredi in vetro (tavoli, tavolini, mensole, specchi, mobili e librerie) e la sua straordinaria attenzione per il particolare la rendono famosa e conosciuta in tutto il mondo.

glas italia mod. faint

Progettato dalla designer Patricia Urquiola e prodotto dal 2011, il tavolo Faint è ricavato da un unico blocco di cristallo trasparente extralight con piano temperato da 12 mm di spessore e con gambe sagomate da 19 mm. La caratteristica che rende unico e particolare questo tavolo è il sorprendente effetto ottico conferito dalla sfumatura di colore: infatti, un lato del tavolo presenta una finitura bianco coprente che va a sfumare fino a dissolversi completamente sull’altra estremità che risulta completamente trasparente. La sensazione che si prova guardandolo è di smaterializzazione del tavolo stesso. Le gambe e il piano sono unite con una sofisticata e particolare tecnica di molatura inclinata del cristallo. La tecnologia impiegata, il design moderno e ricercato nella sua semplice eleganza, lo rendono un prodotto di gran pregio e capace di arricchire le nostre sale da pranzo e i nostri living. Il preservare la sua bellezza e incolumità diventa dunque una priorità da non sottovalutare. Da questa esigenza nasce il nostro prodotto: il SALVATAVOLO. Non si tratta del comune e antiestetico mollettone in panno gommato che troppo spesso si impossessa dei nostri tavoli: il nostro è un prodotto completamente innovativo, trasparente, sottilissimo, confezionato a mano e su misura. E’ un tappetino rigido- flessibile in copoliestere, materiale che pur assicurando protezione non produce alcun tipo di discromia cromatica, cosa che, in particolare per il tavolo di cui oggi abbiamo parlato, risulta di primaria importanza. In conclusione, non dovrete più scegliere tra lato estetico e praticità, utilizzando l’originale salvatavolo entrambi gli aspetti saranno soddisfatti e vedrete che anche voi non potrete più farne a meno.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

[insert_ajaxcontact id=1739]

Tavolo Axis di Acerbis

Tavolo Axis di Acerbis: eleganza e design in un unico prodotto.

Innovativo, moderno, dal design grintoso e accattivante, ma allo stesso tempo elegante e sofisticato: questi gli aggettivi che meglio descrivono il tavolo AXIS di Acerbis International. Progettato dai designer Gabriele e Oscar Buratti, è un prodotto che sin dal primo impatto colpisce per la sua linea essenziale e lineare. tavolo axisIl suo piano sottilissimo lo rende perfetto sia per la sala da pranzo che per il soggiorno e può essere realizzato in materiale composito impiallacciato di legno pregiato oppure in vetro laccato.

Le gambe sono in acciaio inossidabile e la loro particolare posizione sfalsata conferisce al piano leggerezza ed eleganza, ma allo stesso tempo solidità e robustezza.              I materiali disponibili per il piano in legno (realizzato dello spessore di 1,4 cm), sono eucalipto, rovere, lauro e frassino, se invece si preferisce il cristallo, sarà realizzato in vetro float temperato e verniciato dello spessore di 1,2 cm. Per quanto riguarda le dimensioni è disponibile sul mercato in tre diversi formati: rettangolare cm 240 x 110 o cm 295 x 110 e quadrato cm 160 x 160.  Spendiamo ora due parole per quel che riguarda la pulizia che risulta essere semplice e veloce: per le componenti in acciaio e vetro, come per quelle in legno, infatti, sarà sufficiente passare un panno umido e poi asciugare. Per utilizzare a pieno il tavolo senza patema d’animo evitando di rovinarlo e danneggiarlo irrimediabilmente, continuando a godere della sua piena bellezza ed eleganza, la protezione della superficie del tavolo è d’obbligo!.

Il proteggi Tavolo Originale ® è ciò che si addice allo scopo. Non un mollettone copritavolo della nonna, ma un moderno innovativo tappetino rigido in copoliestere trasparente come il cristallo che protegge da graffi e macchie, lavabile quotidianamente con protezione intercambiabile. La sua particolare struttura e la disponibilità di misure e forme per ogni tipo di tavolo presente sul mercato, è adatto a qualsiasi esigenza di protezione. Viene confezionato a mano da esperti artigiani, che lo rendono un accessorio indispensabile al quale non potrete più rinunciare.

Ci piace pensare che il nostro motto “per noi la bellezza o si mostra completamente o si rinuncia…diventi anche il vostronon rinunciate!

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

[insert_ajaxcontact id=1624]

 

Tavolo Bonaldo big table

Il Tavolo Big Table by Bonaldo  

Per rendere la propria casa unica e speciale trovare il giusto tavolo di design può fare la differenza. Puntare sul tavolo del soggiorno o della cucina, Che lo preferiate rettangolare, ovale, rotondo o quadrato il mercato offre una vasta scelta in grado di accontentare tutti i gusti e le esigenze. Possiamo pensare al tavolo come al nucleo della casa, come punto di ritrovo della famiglia per i pasti, ma non solo, infatti, è senza dubbio l’oggetto dove abitualmente ci si riunisce per condividere idee, lavoro, studio e gioco, attività quotidiane che abitualmente ognuno di noi compie. L’utilizzo che ne faremo, la posizione all’interno della stanza, lo spazio di cui disponiamo sono i fattori da considerare quando siamo in procinto di acquistare un tavolo: aspetto pratico ed estetico andranno dunque di pari passo.

Prendiamo uno dei marchi tra i più conosciuti in tutto il mondo per la produzione di arredi e complementi di design: Bonaldo, azienda italiana nata ottanta anni fa ed oggi punto di riferimento nel settore grazie ai suoi prodotti innovativi e all’avanguardia. In particolare, il prodotto che ha colpito la nostra attenzione e che cercheremo di descrivere è il Big Table prodotto da Bonaldo: progettato dal designer belga Alain Gilles e vincitore del Good Design Award 2009. Si tratta di un tavolo realizzato con materiali tradizionali quali il legno, l’acciaio e il cristallo, ma con una caratteristica veramente originale e unica: la percezione del prodotto, infatti, cambia a seconda della prospettiva da cui lo si guarda.

Le gambe sono di acciaio tagliate con il laser, tutte di larghezza diversa e con differenti sfumature di colore. Il piano di forma rettangolare può essere fisso o allungabile.Bellezza, praticità e durata sono tre aggettivi che ben descrivono questo prodotto, che grazie al suo design grintoso e dinamico darà alla vostra sala da pranzo un aspetto moderno, unico e originale.

Per ammirare liberamente la sua bellezza senza doversi preoccupare dei bambini, del marito o del commensale sbadato, è consigliabile una protezione evitando di utilizzare gli antiestetici mollettoni, copritavoli in tessuto gommato, che ne coprirebbero la bellezza. Una delle protezioni innovative presenti sul mercato è certamente il nostro  Salva Tavolo Originale ® completamente trasparente, con protezione antigraffio e dallo spessore di un solo millimetro, si appoggia semplicemente sulla superficie del tavolo da proteggere lasciandone intravedere tutta la bellezza, l’armonia del tavolo Big Table by Bonaldo.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

[insert_ajaxcontact id=1739]

parquet in terrazza

IL PARQUET IN TERRAZZA E GLI AMICI

Possedere un terrazzo e decidere di optare per un pavimento in legno è certamente molto fashion, anche negli ambienti esterni il parquet, conferisce sicuramente un’atmosfera elegante a terrazze, patio, piscine e giardini.parquet in bagno 2

Se fino a pochi anni fa il parquet era reputato un tipo di rivestimento delicato e quindi utilizzato esclusivamente per ambienti interni, oggi viene usato per pavimentare qualunque spazio sia per ambienti all’interno, che per l’esterno. Un esempio è l’aeroporto Marco Polo di Venezia, area partenze, dove è presente parquet industriale.

Per gli ambienti esterni è necessario scegliere una tipologia di legno duro, resistente all’umidità e alle deformazioni dovute all’azione continua degli agenti atmosferici.

tra le tipologie più consigliate troviamo il parquet IPE (provenienza sudamericana, color marrone con piacevoli sfumature dai toni del rosso al verde). Il teak (origine asiatica, elegante e prezioso, duro e resistente) e il frassino (provenienza europea, colorazioni chiare e delicate e competitivo nel prezzo)

Le tipologie di parquet per esterni possono essere di diversi formati. I listelli di dimensioni grandi esaltano gli spazi più ampi, mentre per piccoli balconi sono da preferire elementi dalle misure più contenute.

Per evitare che il parquet si deteriori velocemente a causa dei raggi solari e degli agenti esterni, una volta posato, è auspicabile optare per una finitura ad olio, anche se necessita di una cura costante. Per la pulizia giornaliera è necessario adottare prodotti professionali specifici per questo tipo di trattamento.

Una Valida alternativa alla pavimentazione in parquet per esterni è il w.p.c. (Wood Plastic Composites). Studi recenti sono riusciti a mettere a punto un nuovo materiale: il legno composito. Si tratta di una miscela di legno finemente spezzettato con l’aggiunta di resine. L’effetto ottico che ne risulta è simile al legno naturale, per colore e sfumature, senza dubbio i listelli risultano molto più resistenti e meno delicati del legno vero, rendendoli adatti anche alle zone più umide e a costante contatto con l’acqua come i bordi delle piscine.

Con le prime serate dal sapore estivo cosa c’è di più piacevole che pensare di invitare amici e parenti per una cena   in terrazza? Se vogliamo salvaguardare il pavimento e proteggerlo da segni di tacchi, macchie e usura pensiamoci fin da subito: il salvaparquet è quello che fa al caso vostro. Il miglior salva pavimento cristallino sul mercato; è strutturalmente innovativo, sempre trasparente come il cristallo, sottile ed estremamente resistente. Inoltre, può essere realizzato su misura e personalizzato con grafiche, disegni e scritte a seconda delle vostre esigenze e richieste personali.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

[insert_ajaxcontact id=1624]

 

Parquet in Bagno

PARQUET IN BAGNO? OGGI E’ POSSIBILE !
parquet in bagno 2
Sempre più spesso si decide di utilizzare il pavimento in legno anche per la stanza da bagno, ma quali sono le qualità che deve avere un parquet affinché possa essere adatto a questo tipo di ambiente?

La prima cosa da non dimenticare è che i bagni sono ambienti estremamente umidi e con la costante presenza di acqua e quindi il materiale che andremo ad impiegare non dovrà essere permeabile all’umidità e tenero (per esempio Pino e Abete), ma saranno da preferire essenze come Doussiè, Merbau, Iroko e Teak meno soggette a rovinarsi a contatto con l’umidità.

Meglio senza dubbio un parquet prefinito e verniciato , il quale presenta caratteristiche di stabilità maggiori rispetto ad un parquet tradizionale. Grazie a innovative tecniche di produzione, quali il trattamento termico, alcune delle essenze lignee più economiche, come rovere e frassino, oggi possono essere impiegati in ambienti con umidità senza incorrere in problemi di sollevamento e imbarcamento dei listelli.

I diversi strati di verniciatura, sino a 7 di un parquet prefinito in fabbrica, offrono una maggiore resistenza, anche se non totale, ai graffi e usura del parquet.

Per un ambiente umido quale è il bagno, la tecnica di posa della pavimentazione in legno da preferire è quella incollata in quanto i listelli aderiscono meglio al sottofondo e non permettono ad eventuali fuoriuscite d’acqua, di penetrare in profondità nel massetto stesso evitando così formazioni di umidità. Inoltre, è consigliabile applicare del silicone al posto della spugna tra il muro e il contorno del pavimento in legno, il quale sigillerà perfettamente la fessura, ma essendo un materiale elastico permetterà ai listelli di avere il gioco necessario per le dilatazione e l’assestamento.

Come abbiamo visto il parquet è diventato un materiale molto versatile e utilizzato con migliaia di combinazioni di tipologie di legni, materiali, colori, forme e geometrie a nostra disposizione per soddisfare le esigenze più ricercate e per tutti i tipi di ambienti. L’importante è sin da subito pensare a come mantenerlo il più a lungo possibile bello e al riparo da usura, graffi, segni e macchie.

Sempre più persone utilizzano il Salva Parquet Originale ®, per proteggere il proprio investimento. Il ripristino del parquet a mezzo di lamatura, levigatura non è possibile effettuarle per più di una volta, il ridotto spessore dello strato nobile di legno vero del parquet prefinito non lo consentirebbe.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

[insert_ajaxcontact id=1624]

Parquet Laminato

tappeto insonorizzanteVOGLIA DI CAMBIARE IL PAVIMENTO?
IL PARQUET  LAMINATO POTREBBE FARE AL CASO VOSTRO

Avete voglia di rinnovare i vostri pavimenti, ma il solo pensiero di dover smantellare le vecchie piastrelle per dar un nuovo volto alla casa vi fa cambiare subito idea?
Forse non avete mai pensato a una soluzione alternativa, ma dai risultati sorprendenti, che vi permetterà di rinnovare completamente gli ambienti senza costi eccessivi e facile da montare:
il parquet laminato.

Se vogliamo dare una descrizione di questo tipo di rivestimento possiamo dire che si tratta di un pannello formato da più strati sovrapposti: uno strato cristallino e impermeabilizzato, uno decorato, uno che non permette all’ umidità di penetrare (in HDM o MDF) e un ultimo che rende stabile il pannello rendendolo resistente alle curvature.

A seconda della tipologia d’uso del pavimento possiamo differenziare diversi tipi di parquet laminato:
AC2: prodotto decisamente economico e dalla scarsa durata
AC3: prodotto adatto per case, uffici e negozi (media resistenza)
AC4: buona durata e resistenza, adatto ad un locale con alta frequenza di passaggio
AC5: prodotto ottimo, duraturo e molto resistente.

Il montaggio dei pavimenti in laminato ha il grandissimo vantaggio di essere molto veloce, con un po’ di manualità e pazienza si può effettuare senza l’aiuto di un professionista in quanto gli elementi si applicano sulla pavimentazione preesistente con la tecnica della posa flottante.

Prima di iniziare è necessario pulire a fondo con detergenti acidi la superficie e stendere uno strato di materiale isolante per compensare i dislivelli, solitamente un tappeto che insonorizza e regolarizza il fondo.

Fatto ciò si inizia con la posa vera e propria incastrando i singoli listelli uno con l’altro, ricordandoci di lasciare sempre 5 mm di spazio vicino ai muri per l’assestamento delle assi. Come ultima operazione andremo ad applicare i battiscopa che concluderanno il lavoro.

Nonostante la manutenzione del laminato non sia di particolare difficoltà, e la resistenza di questo tipo di rivestimenti sia buona, conviene tener conto che i segni di rotelle delle sedie, tacchi, righe, graffi e urti possono rovinare la superficie. Il nostro suggerimento (ovviamente di parte) è quello di proteggere sin da subito il pavimento utilizzando una copertura professionale trasparente e robusta: meglio con il Salva Parquet Originale ®. La sua resistenza e la possibilità di personalizzazione, sia nelle misure che nelle forme, ci permetterà di mettere al sicuro i pavimenti che siano in vero legno, laminato oppure in marmo o resina e di godere a lungo della loro inalterata bellezza.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

 

Progetto Parquet, disegno di posa

Parquet, progetto e disegno di posa: quale scegliere?
In questo articolo vi suggeriremo come scegliere la geometria di posa del pavimento in legno in funzione delle stanze.

Il disegno che si formerà accostando i singoli elementi senza dubbio contribuirà in maniera forte a connotare lo stile della casa. Sta tornando di gran moda la posa a spina di pesce, da non confondere con la testa avanti spesso indicata come spina di pesce, naturalmente rivista e rivisitata con listoni di nuovi formati e colorazioni innovative.

Quando si sceglie di acquistare un parquet, i fattori che bisogna considerare sono numerosi. Innanzitutto il materiale a seconda delle esigenze estetiche e funzionali, teak per il bagno, rovere per le stanze, ricordandosi sempre di proteggerli dai graffi, in secondo luogo il formato, cioè le dimensioni degli elementi che andrebbe valutato insieme alla scelta della posa che intendiamo effettuare.

Gli schemi di posa principali sono i seguenti :

Cassero irregolare o posa a correre
Cassero regolare
Spina di pesce
Mosaico
Fascia e bindello

Il modo in cui decidiamo di montare il parquet andrà a caratterizzare lo stile delle nostre stanze, per questo motivo è un aspetto di fondamentale importanza.
Gli schemi più semplici sono quelli a cassero regolare e irregolare che solitamente utilizzano listelli di forme allungate, mentre gli schemi a spina di pesce, a mosaico e a quadri impiegano elementi dalle dimensioni più contenute e producono un maggiore scarto di listelli che in fase d’ordine va considerato.

parquet casseroLa posa a cassero irregolare utilizza liste di lunghezze diverse, montate a scalare componendo un disegno adatto ad ambientazioni moderne, con stanze lineari.
La posa a spina di pesce e quella a cassero regolare utilizzano elementi a scalare ma posizionati in modo regolare. Si adattano bene a palazzine antiche e a case con camere dalle forme irregolari.

La posa a mosaico, in auge negli anni 70, si realizza con quadrotti di diverse grandezze pre_ montati in fabbrica, ed infine, la posa a fascia e bindello, che consiste nel realizzare una cornice (bindello) lungo il perimetro della stanza, lasciando circa 20/40 cm dai muri con una geometria centrale a propria scelta.

In conclusione, quando dobbiamo decidere lo schema di posa da adottare, dobbiamo senza dubbio tenere in considerazione diversi aspetti che vanno dalla dimensione delle stanze, all’illuminazione, alla forma, senza sottovalutare lo stile che vogliamo caratterizzi la nostra casa.
Un aspetto da non sottovalutare, se vogliamo che il nostro parquet resti integro e preservato dai segni dell’usura, e che dobbiamo prendercene cura sin da subito, magari utilizzando una protezione professionale.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

[insert_ajaxcontact id=1739]

 

Mollettone tavolo attenzione!

Mollettoni gommati per tavoli in legno bisogna fare attenzione.

mollettoni tavolo2

Ben trovati, qualche giorno fa mi sono imbattuto per caso su un sito di consulenza legale, dove il sig. Gaetano da Roma, scriveva quanto segue:

Salve, ho acquistato da un mobilificio un tavolo di legno. Poco dopo l’acquisto ho ricoperto il tavolo con il classico e diffusissimo mollettone bianco-verde, con il lato bianco gommoso rivolto verso il tavolo, per proteggerlo da urti e graffi. 

Dopo poche settimane ho tolto il mollettone e mi sono accorto che la superficie del tavolo era tutta corrugata e rovinata, la vernice del legno era come corrosa e in rilievo.

Il disegno del mollettone era come stampato sulla superficie, mentre il mollettone stesso era rimasto intatto. Molto probabilmente la vernice ha fatto reazione con la gomma del mollettone.

Abbiamo letto le istruzioni per la cura del mobile, che vi riporto qui fedelmente:
“Per spolverare i mobili utilizzare uno straccio umido e ripassare poi con uno asciutto. Le parti più logorate possono essere ripassate usando apposita cera per mobili, da applicare con uno straccio di lana.

Si avverte che l’utilizzo di qualsiasi prodotto con componente alcolica o acida può danneggiare e persino sverniciare il mobile stesso. Evitare l’utilizzo di detergenti contenenti sostanze aggressive o abrasive.

Non appoggiare sui piani dei mobili pentole o altri oggetti che emanano calore.” Queste istruzioni non mettono in guardia verso il pericolo che l’uso di copritavolo in gomma può provocare. Si cita vagamente di non usare prodotti alcolici o acidi, mentre appare chiaro dall’estensione uniforme su tutta la superficie del tavolo che non è stata una pentola calda a provocarne la reazione.

Quindi dal mio punto di vista, essendo le istruzioni insufficienti e incomplete, ho diritto alla riparazione in garanzia da parte del rivenditore. Tuttavia il rivenditore si dichiara disponibile solo ad una riparazione a pagamento.
Cosa consigliate di fare? Grazie mille.  Gaetano, da Roma (RM)  fonte: Aduc.    

mollettone tessuto

Il Sig. Gaetano, come molti utenti, probabilmente non conoscono la composizione chimica della gomma impiegata nella produzione dei mollettoni che vengono venduti normalmente sul web.

La gomma tendenzialmente per sua composizione e natura, rilascia sostanze chimiche che possono alterare le vernici di finitura dei tavoli in legno, in marmo e in resina. Anche gli alimenti non devono entrare in contatto con le sostanze chimiche delle gomme.

Il Salva Tavolo Originale ®, che non è un mollettone  a differenza dei copritavoli classici, è prodotto con materiale rigido e trasparente la cui composizione non rilascia sostanze aggressive. A conferma di tutto ciò, il materiale impiegato nella produzione della protezione Salva Tavolo Originale ® è il copoliestere, prodotto usato nel mondo industriale per la produzione di biberon e contenitori vari per alimenti, i quali non possono assolutamente entrare in contatto con sostanze rilasciate dalla gomma che di norma compone i mollettoni.

Il suggerimento che posso dare a tutti coloro che vogliono proteggere il proprio tavolo, che sia esso in legno, vetro, marmo o resina, è di valutare attentamente non solo il prezzo, che sappiamo essere economico per i mollettoni classici, ma di porre anche la massima attenzione alla provenienza. Negli ultimi anni abbiamo visto moltiplicarsi prodotti economici provenienti da paesi dove la sicurezza non è ancora un punto di riferimento. Prodotti venduti su Amazon, Ebay spesso arrivano da Cina, India, con materie plastiche di dubbia qualità. Se a questo aggiungiamo che i classici mollettoni _ copritavolo, tra le altre cose sono antiestetici, forse è giunto il momento di valutare il Salva Tavolo Originale®, prodotto su misura  in Italia da abili artigiani.

Se volete mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi anche liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione


Paperblog

Pavimenti e rivestimenti in resina: Pro e Contro

pavimento in resina

Usata in origine come rivestimento per pavimenti industriali, oggi la resina è diventata un must per personalizzare gli ambienti della casa. Il suo impiego non si limita più ai soli pavimenti, ma si estende anche alle pareti e agli arredi, come i piani di lavoro della cucina, i tavoli, ecc.

La resina non è un prodotto standard e predefinito, perché può avere composizioni chimiche diverse: a base epossidica (molto utilizzata per ambienti interni) o poliuretanica (con buona resa anche in ambiente esterno). La diversa composizione chimica dei prodotti in commercio consente soluzioni estetiche molteplici e combinazioni di colori infinite.

Con la resina si può dare libero sfogo alla fantasia e rendere una casa davvero originale.

Gli altri vantaggi del rivestimento in resina!

Ha uno spessore ridotto, pertanto è applicabile su pavimenti esistenti senza apportare modifiche a porte e serramenti, o addirittura sui ripiani di tavoli e cucine quando si intende rinnovarli. Ha una superficie continua, senza fughe, che garantisce ottimi livelli di igiene fondamentali in ospedali, studi dentistici, soprattutto quando impiegata nell’ambiente bagno. L’impermeabilità, la durabilità e la resistenza dipendono dal prodotto scelto e dal luogo di posa. Importante allora farsi consigliare il prodotto più idoneo per ogni caso specifico, ma attenzione nel tempo si rovinerà se non protetta.

I problemi nel tempo e le soluzioni da applicare

resina rovinata1La maggior parte dei problemi, come la crepatura e la fessurazione, insorge generalmente per difetti di posa.

Bisogna quindi rivolgersi solo a posatori autorizzati dalla ditta produttrice di resine.

La resina lucida è un materiale estremamente delicato. In realtà non presenta molte differenze con il legno o parquet laminati. E’ importante utilizzare resine con requisiti adatti per l’uso che se ne deve fare ed il contesto in cui si inseriscono (ambiente interno o esterno).

È inoltre utile sapere che le resine epossidiche tendono ad ingiallirsi col tempo a causa di una bassa resistenza ai raggi UV. Per ovviare al problema si applica una speciale finitura di protezione, consigliata soprattutto per superfici bianche, dove l’ingiallimento si nota maggiormente.

…. è meglio un pavimento in resina o in legno?

resina rovinata 2Non esiste una risposta univoca, poiché molte sono le variabili che possono far propendere per l’uno o l’altro materiale, prezzi ma non solo. Ci sono da un lato questioni legate al contesto storico ed estetico in cui si lavora e dall’altro questioni di natura tecnica, vincolate al supporto, agli spessori consentiti, alla necessità o meno di un prodotto impermeabile, ecc.

Dobbiamo poi considerare che legno e resina sono entrambi materiali soggetti a forte usura. Sui materiali naturali come il legno, a qualcuno potrebbe anche piacere l’aspetto vissuto. Sulla resina, invece, l’usura crea un effetto di degrado e sporco. È certamente vero che in tempi brevi e senza troppi disagi la superficie della resina può essere trattata e tornare come prima, ma ciò comporta ovviamente dei costi. Per evitare che le superfici si deteriorano abbiamo realizzato il Salva resina Originale.

I Salva Resina, Parquet e Salva Tavolo Originale ® si sono rivelati prodotti molto efficaci nel prevenire e proteggere parquet e tavoli in cristallo di design, ma anche pavimenti in resina o qualsiasi altra superficie. Vengono stesi semplicemente come dei tappeti, tappetini su pavimenti e arredi e ne proteggono a lungo le superfici.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione