Come proteggere un tavolo dal deterioramento dovuto al suo utilizzo?

Proteggere il tavolo senza nasconderlo

Fino a qualche tempo fa l’unica soluzione proposta dal mercato per proteggere il piano di un tavolo era il classico copritavolo tipo tovaglia o il mollettone     in panno gommato dotato di elastico. Sono soluzioni certamente funzionali ed economiche, ma inadeguate sotto il profilo estetico per il loro aspetto totalmente coprente.

Oggi esiste una soluzione interessante e alternativa anche se non economica come il semplice mollettone. Il suo nome è Salva Tavolo Originale ®. Si tratta di un “copritavolo” trasparente molto discreto in grado da un lato di proteggere la superficie del tavolo e dall’altro di rendere totalmente visibili le  peculiarità del tavolo.

Il logo non viene stampato
stampa puramente esemplificativa

Quali sono le caratteristiche tecniche dei Salva Tavolo Originale ® ?

Salva Tavolo  Originale ® è un tappetino con una struttura  rigido-flessibile in copoliestere cristallino protetto, un componente impiegato per la  produzione  delle  visiere  di caschi auto/moto F1.  Non si tratta dunque di un semplice tessuto in gomma, ma di un materiale dalla  trasparenza  cristallina che   ha  un  costo  della sola materia prima superiore  ai  30  euro del  classico  mollettone,  ma  al  tempo stesso, assicura il pieno godimento del tavolo stesso mantenendo inalterati i materiali, evitando macchie graffi e rotture  accidentali ( adatto a tavoli di pregio).

Il tappetino ha uno spessore pari a 1 mm ed è protetto da una pellicola intercambiabile trasparente antigraffio. Questa pellicola non essendo adesiva, ossia non viene posata a colla, può essere sostituita, se rovinata accidentalmente, in qualsiasi momento da chiunque abbia un minimo di mutualità. Ciò permette di avere il salvatavolo sempre bello e trasparente come il primo giorno.

Salva Tavolo Originale ® è studiato per proteggere tavoli di qualsiasi tipo e materiale (cristallo, vetro, legno, marmo, ecc.) o per qualsiasi destinazione d’uso (tavolo da pranzo interno alla casa, tavolo esterno da giardino, tavoli da riunione per uffici, scrivanie, tavoli per ristoranti e bar). Inoltre viene realizzato su misura e forma, per tavoli di artigianato dei maggiori designer e produttori, quindi per tavoli rettangolari, quadrati, tondi e ovali .

Solo per quantità è anche possibile personalizzare il Salva Tavolo Originale ® con stampe e disegni, oppure semplicemente applicando stichers con frasi famose o loghi aziendali o qualsivoglia altro elemento.

Quali sono i vantaggi che solo Salva Tavolo Originale ®  può dare?

salvatavolo tovaglia trasparenteAbbiamo parlato di un copritavolo discreto, dalla trasparenza cristallina, che non nasconde la bellezza del tavolo. Pensiamo ad esempio all’utilità che può avere Salva Tavolo Originale ® quando siamo in presenza di un tavolo costoso di design.

Potremmo citare a riguardo alcuni tavoli di designers famosi del Novecento che sono tutt’ora di estrema modernità, come il tavolo da pranzo con piano in cristallo LC6 disegnato nel 1928 da Le Corbusier o il tavolino da salotto Barcellona disegnato da Mies Van del Rohe per l’Expo universale del 1929. E ancora il tavolo in marmo Tulip nelle sue versioni tonda e ovale di Eero Saarinen dei primi anni Quaranta. Sono tutti tavoli dalle linee essenziali e sobrie, dove viene messa in pieno risalto la bellezza dei materiali: la trasparenza del cristallo o le venature del marmo. I produttori di arredamenti Italiani non sono secondi a nessuno, Cattelan, Callegaris, kartell, Lago, Fiam, Acerbis, Bonaldo sono solo alcuni nomi di rilievo nel panorama tavoli di design.

Se vogliamo rendere visibili e mantenere intatte le caratteristiche di questi tavoli di pregio, il Salva Tavolo Originale ® può effettivamente apportare un contributo incomparabile con altre soluzioni protettive. Appoggiato semplicemente sul tavolo non altera la bellezza, tuttavia fornisce quello strato di protezione che permetterà di preservarlo a lungo, soprattutto in caso di utilizzo assiduo come tavolo da pranzo. Ovviamente non possiamo pensare di appoggiare pentole appena tolte dal fuoco non essendo d’acciaio .

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione

 

Consigli di manutenzione parquet

Consigli di manutenzione  parquet 

Non è difficile salvaguardare e manutenere i pavimenti in parquet, marmo o resina; in particolare per quel che riguarda il parquet con pochi semplici   accorgimenti (a seconda della finitura prescelta) se  ne  può agevolmente   prolungare la durata. Il mercato offre diverse varietà di pavimentazioni in legno per tutte le esigenze e le tasche; il costo del parquet (parkett o palchetto) posato e vetrificato può raggiungere anche cifre elevate.

Per questo motivo è assolutamente necessario avere cura del proprio pavimento in legno che  dona sensazione di calore, eleganza e design unici in ambienti come studi  professionali, abitazioni, uffici e negozi.

parquet rovinato1

Quanto alla delicatezza dei pavimenti in legno occorre rilevare che esistono parquet dotati di ottima resistenza e durezza (teak); il progresso dei materiali e delle vernici di finitura, il miglioramento nella stagionatura e nella preparazione dei listelli  (con tecniche di essiccazione di essenze non utilizzabili per ambienti umidi  ne permettono l’utilizzo nei bagni e nelle cucine) e l’evoluzione delle tecniche di posa consentono la realizzazione di pavimentazioni in legno resistenti e duraturi.

Quanto poi alla manutenzione e la protezione con pochi e semplici accorgimenti possiamo mantenere il parquet in perfetto stato e durevole nel tempo. Inoltre trattandosi di un pavimento sempre rinnovabile si possono effettuare operazioni di manutenzione straordinaria che consentono – anche se non sempre in maniera semplice e con spese contenute – di riportarlo allo stato originario; a maggior ragione nei periodi di crisi come questo il pavimento in legno può rivelarsi una risorsa da mantenere in buono stato senza trascurarne la protezione per evitare spese eccessive di ripristino.

Tipologie di prevenzione e manutenzione. 

Quando si parla di cura del parquet occorre distinguere la manutenzione ordinaria da quella straordinaria senza trascurare la protezione preventiva del pavimento.

Consigli di manutenzione ordinaria per parquet

Per tutti i pavimenti in parquet (parkett) particolarmente” stressati” è necessario utilizzare regolarmente (anche più volte al giorno) l’aspirapolvere o la scopa elettrica con feltri antigraffio in modo da evitare che polveri, sassolini o detriti in genere possano con il calpestio o con lo spostamento di cassettiere causare graffi e solchi antiestetici sulla superficie del pavimento; in particolare questo trattamento è raccomandabile per i parquet con finitura a cera dal momento che la cera (per sua natura) ha una struttura morbida e permeabile a polveri che si accumulano al suo interno e ne causano il deterioramento estetico cromatico.

Come lavare il parquet 

Anche il lavaggio dei pavimenti in legno con cadenza quotidiana è uno degli elementi fondamentali per la loro cura e protezione. Il legno, come è noto, a contatto con l’acqua tende a gonfiare se non protetto; per questa ragione  occorre lavare i parquet con panni – meglio se in micro-fibra  ben strizzati.

Per ottenere una pulizia ottimale dei pavimenti in legno è consigliabile l’utilizzo di una soluzione di acqua e prodotti specifici per il legno (che contribuiscono a mantenere il vostro parquet pulito più a lungo).

In ambienti dove la polvere si accumula velocemente il semplice utilizzo quotidiano di un prodotto antistatico (Splend -salvaparquet ) ne evita la penetrazione nelle fibre del legno.

Parquet (Parkett)  verniciato, prefinito e naturale

I pavimenti in legno verniciati e prefiniti devono essere lavati con prodotti specifici non professionali che si possono trovare nei supermercati; per quanto riguarda invece i prodotti ad uso professionale occorre rivolgersi ai distributori di materiali per parquet.

Per la pulizia dei parquet si raccomanda di evitare acqua e ammoniaca o acqua e alcol, in particolare l’alcol a contatto con le vernici tende a opacizzare la superficie brillante del pavimento.

 La manutenzione del parquet naturale (grezzo) è decisamente più impegnativa. 

Il fatto che la superficie del legno non sia protetta da vernici e salva parquet lo rende maggiormente degradabile e quindi tende a sporcarsi velocemente e a perdere la bellezza del legno naturale fino a diventare nero.

La soluzione per evitare tali inconvenienti è di utilizzare vernici a base acqua oltre ai salvapavimenti; la formulazione a base acqua della vernice infatti mantiene l’aspetto naturale del legno e il salvaparquet lo protegge nel tempo mantenendo la naturale bellezza del parquet grezzo.

Consigli manutenzione pavimento in legno, pulizia e finitura a cera

Per i parquet con finitura a cera o ad olio lo strato di protezione cerosa deve essere asportato almeno una volta al mese in modo che la stratificazione delle varie cere non comporti la comparsa di segni sulla superficie al semplice spostamento di sedie o poltrone. L’operazione non è complessa ma prima dell’applicazione del prodotto di deceratura è consigliabile verificare – meglio in un angolo nascosto – l’efficacia del solvente e la successiva posa della nuova cera o olio. Per i parquet verniciati l’operazione della ceratura è abbastanza inutile.

 Secondo alcuni i trattamenti specifici a base di resine e cere  rinforzano e proteggano la vernice ma contro lo sfregamento di rotelle delle poltroncine (soprattutto negli uffici o studi professionali), i tacchi e il calpestio l’utilizzo di cere, non servono l’unica soluzione è adottare il salvaparquet, una pellicola dello spessore di 1 mm da posare nelle zone di maggior calpestio e usura della pavimentazione.

Nello specifico il Salva Parquet Originale ® è un tappeto trasparente a protezione dei pavimenti in legno, marmo, resina e moquette ed ne evita la manutenzione straordinaria ripetuta.

Manutenzione straordinaria, raschiatura, lamatura, verniciatura dei parquet

(palchetti – parkett)  Consigli di manutenzione straordinaria parquet

Nel caso di parquet a listoni, listoncini e prefiniti in legno e laminato si può ricorrere alla levigatura/lamatura di ripristino; questa operazione prevede la rimozione dello strato superficiale del legno con carte abrasive per poi procedere alla protezione con vetrificazione a mezzo verniciatura o finiture con cere e oli.

Si tratta di una lavorazione complessa che comporta la rimozione dello strato superficiale del pavimento e quindi è bene affidarla a mani esperte.

Come si può facilmente intuire maggiore è l’asportazione di legno dalla superficie del parquet minore è lo spessore residuo del listello (che ne ridurrà la possibilità di ripristino in futuro).

Se il parquet in studio, ufficio o casa non viene protetto adeguatamente da graffi e righe profonde il deterioreranno del pavimento in legno sarà profondo e ciò comporterà la necessità di una lamatura invasiva con sensibile riduzione dello spessore del legno.

E’ quindi fondamentale l’utilizzo di protezioni come i salvaparquet per evitare il degrado dei pavimenti in legno, marmo o resina e salvaguardare i vostri ambienti di casa, ufficio, studio o negozio.

I rilievi più comuni quando si parla di parquet (parkett) sono riferiti alla delicatezza e alla difficoltà di manutenzione della superficie; si tratta in realtà di aspetti legati alla non corretta prevenzione del pavimento in legno.

Mandateci la vostra richiesta, ce la metteremo tutta per rispondervi al più presto. Sentitevi liberi di contattarci al telefono per qualsiasi informazione